Antegnate

Blasonatura

D’azzurro all’albero al naturale, nodrito su di una collina di verde, fondata in punta, sostenente su un ramo una colomba d’argento e sinistrato da un leone d’oro affrontato al tronco. (DPR 11/11/1974, CONCESSIONE)

Note

Ci sono almeno due versioni dello stemma di Antegnate, la prima delle quali è raffigurata nello stemmario Camozzi del 1888, l’altra, un’immagine simile senza però il leone e con cinque alberi, si trova riprodotta nel Dizionario Corografico di Amato Amati del 1867.

Nella prima metà degli anni Settanta del secolo scorso, il Comune di Antegnate espresse la propria preferenza verso il primo stemma, più elegante e rispettoso delle regole araldiche, mentre il secondo rimase solo una curiosità storica.

Su fondo d’azzurro, l’albero è al naturale, con i co- lori e così come sarebbe nella realtà; nodrito, con le radici nel terreno sottostante, in questo caso su di una collina di verde, simbolo del territorio e della sua posizione.

La colomba d’argento, su un ramo dell’albero, che è sostenente l’uccello, completa lo scudo; non si conosce il suo significato, ma in genere si tratta di un simbolo di pace e di ben augurio.

Il leone d’oro, delineato nella sua posizione ordinaria, cioè ritto con la zampa anteriore destra più alta dell’altra, si riferisce alla comunità di Antegnate e al suo legame stretto con il territorio, con cui forma un’unica realtà; non vi sono altri attributi per l’ani- male se non quello di essere affrontato al tronco, espressione impropria perché il termine si riferisce a due animali posti uno di fronte l’altro; sarebbe sta- to più corretto usare l’attributo rampante, tipico del leone in piedi, sostenuto da una sola delle zampe posteriori, con le zampe anteriori protese in avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su