Brembate di Sopra

Blasonatura

Troncato d’oro e di verde, alla banda scalinata di due dell’uno nell’altro.   (DPR 16/3/1961, CONCESSIONE)

Note

Con delibera di consiglio comunale del 20 novembre 1959, il sindaco Francesco Gualandris propose l’antico stemma usato da tempo immemorabile, sicuramente da più di cent’anni, della cui antichità però non era riuscito ad addurre delle prove.
Nel verbale si trova la spiegazione della simbologia presente, alludendo alla conformazione geografica del comune: nella parte superiore dello stemma, le montagne, in quella inferiore, la pianura. L’elemento centrale, la banda scalinata, una pezza araldica ad andamento obliquo dall’alto a destra in basso a sinistra con dei gradini, ricorda il fiume Serio, elemento importante e caratteristico del territorio. Nel disegno originale, la banda era smaltata d’azzurro, incorrendo in un errore araldico dal momento che non potevano essere sovrapposti due smalti, il verde e l’azzurro.

Lo stemma non piacque proprio agli organi istituzionali che si espressero in maniera particolarmente ingenerosa. Il direttore dell’Archivio di Stato di Venezia scrisse queste parole: Il progetto di stemma presentato dal comune di Brembate di Sopra, si denuncia come mancante di ogni buona regola araldica, non giustificandosi in alcun modo la posizione del la pezzatura azzurra cucita sul verde. Unico motivo che potrebbe persuadere ad accettare il bozzetto lo si troverebbe — e a malincuore — nell’asserzione che l’arma è già usata da tempo.

Con le opportune correzioni, su suggerimento dell’Ufficio Araldico, si arrivò all’approvazione dello stemma attuale che fu concesso nel 1961.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su