Calcinate

Blasonatura

Troncato: nel PRIMO di nero ai quattro P romani maiuscoli d’oro, posti a coppie in fascia, ciascuna coppia sormontata da un segno di abbreviazione generica medioevale pure d’oro; nel SECONDO sbarrato d’azzurro e d’argento. (PDR 25/8/1953, CONCESSIONE)

Note

Il primo progetto dello stemma di Calcinate, ideato dallo Studio Araldico di Genova, fu approvato nella seduta del consiglio comunale dell’8 marzo 1949. Nello scudo partito, a destra veniva posto lo stemma modificato della famiglia dei Conti Passi, che si è resa altamente benemerita per la generosità con la quale fondò e dotò l’ospedale civile del comune. L’insegna era costituita da due lettere P maiuscole, in coppia e legate da un segno diacritico di abbreviazione. I de Preposulo, un’antica famiglia bergamasca la cui storia risale all’anno 973, iniziarono ad essere chiamati Passi quando, nel 1307, Ottopasso de Preposulo compose la pace tra guelfi e ghibellini nei territori di Bergamo; da allora furono soprannominati quelli de la pas, da cui i Pas e quindi i Passi. Nella parte a sinistra, su fondo d’azzurro e d’oro, in onore alla dea Cerere, per la particolare vocazione agricola del Comune, una torre di rosso a ricordo della famiglia dei Della Torre di Milano, che ebbe in feudo il territorio.

Il parere dell’Archivio di Stato di Milano del 9 luglio 1952 fu di eliminare completamente la seconda parte perché non era dimostrato che i Della Torre avessero mai avuto a che fare con il paese di Calcinate.

Il direttore Guido Manganelli suggerì anche di modificare lo stemma dei Conti Passi, mantenendo la peculiarità della doppia coppia di lettere, e di cambiare gli smalti della parte inferiore. Le nuove modifiche furono accolte con la delibera di consiglio comunale del 9 ottobre 1952.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su