Cazzano Sant’Andrea

Blasonatura

Partito: nel PRIMO, d’azzurro al torrione cimato da tre pilastri, sostenenti il tetto a due falde, il tutto d’oro, murato di nero, munito di otto beccatelli visibili, finestrato di uno di nero, fondato sulla pianura, dello stesso; nel SECONDO, fasciato di azzurro e d’oro di dodici pezzi, attraversato dalla fanciulla gitana danzante, di carnagione, capelluta di nero, con collana d’oro, vestita con corpetto di rosso e con la gonna di verde, le braccia, parte delle gambe e i piedi ignudi. (DPR 19/12/1988, CONCESSIONE)

Note

Non avendo uno stemma proprio, il paese decise di elaborarne uno ex novo per testimoniare le proprie tradizioni storiche.

Per questo motivo fu incaricato lo Studio Araldico di Genova che disegnò i progetti sottoposti ad approvazione da parte del consiglio comunale, riunitosi il 9 settembre 1988, alla presenza del sindaco Andrea Castelli.

Nello scudo partito, a destra, su fondo d’azzurro, il torrione è l’antico fortilizio costruito nel XII secolo durante le lotte tra guelfi e ghibellini. Dall’alto si poteva osservare tutta la Val Gandino, fino al castello di Cene con cui era in comunicazione visiva.

Attualmente è sede del municipio.

Essendo una costruzione che esiste nella realtà e non un simbolo astratto, la descrizione araldica si sofferma sui particolari e sulle caratteristiche. Il colore d’oro, smalto inusuale per i castelli, enfatizza l’elemento più importante del paese.

Nel secondo campo a sinistra, su un fondo fasciato di azzurro e d’oro, coperto da fasce ad andamento orizzontale, in numero pari, è raffigurata l’effige di una fanciulla, ben delineata dalla blasonatura che si dilunga sulle caratteristiche. Secondo una tradizione orale, durante il periodo di massima recrudescenza di lotte tra le fazioni dei borghi del paese, la gente innalzava degli stemmi con la gitana danzante che in epoche remote andava tra gli abitanti segnando profondamente gli animi della gente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su