Corna Imagna

Blasonatura

D’azzurro alla collina di verde fondata sulla campagna dello stesso, solcata dal fiume d’azzurro, posto in banda, il tutto accompagnato in capo dal libro aperto d’oro. (DPR 8/9/1983, CONCESSIONE)

Note

Concesso negli anni Ottanta del secolo scorso, lo stemma, ideato e realizzato dallo Studio Araldico di Genova, non potendosi basare su una storia propria, raffigura le caratteristiche geografiche del paese. Il progetto di un emblema ex novo, dopo aver escluso eventuali stemmi antichi nei vari archivi storici, si fonda sugli aspetti montani e sull’etimo del paese, che vorrebbe significare paese costruito sulla roccia.

Su fondo d’azzurro, la collina di verde simboleggia l’ambiente alpino che circonda completamente il paese e allude alla roccia, richiamata dal termine corna; la campagna dello stesso smalto della figura precedente, pezza araldica che occupa la parte inferiore dello scudo, evoca l’ambiente rurale del borgo, conservatosi proprio per la sua posizione protetta che ha permesso di mantenere inalterate certe caratteristiche.

Il fiume d’azzurro, posto in banda, secondo la pezza araldica della banda, ad andamento obliquo dall’alto verso il basso, da destra verso sinistra, è il torrente Imagna nel cui bacino idrografico ricade il territorio di Corna Imagna.

Curiosa la motivazione della figura posizionata in capo, nella parte alta dello scudo; il libro aperto d’oro simboleggia, secondo la documentazione ufficiale conservata presso l’Ufficio Araldico della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la radicata tradizione degli abitanti del paese che da secoli si sforzano di dare una solida e colta educazione ai propri figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su