Fonteno

Blasonatura

Di verde, alla fontana d’argento, formata dalla vasca esagonale, con bacino rotondo, pieno d’acqua, di azzurro, e dall’alzata rettangolare con gli angoli superiori scantonati in sbarra ed in banda, essa è munita della cannella, di nero, versante acqua di azzurro nel bacino; al capo di azzurro caricato di due stelle di cinque raggi, d’oro. (DPR 8/8/1994, CONCESSIONE)

Note

Un primo progetto araldico del 1951, conservato nell’apposito fascicolo comunale depositato nell’Archivio Centrale dello Stato di Roma e confermato dall’istanza di concessione formulata dal sindaco Giovanni Cadei, non ebbe riscontro.

Proposto dallo Studio Araldico di Genova, lo stemma conteneva oggetti assolutamente generici e poco caratterizzanti il piccolo paese, come testimoniato dal bozzetto originale e dalla relazione storico–corografica: erano presenti delle spighe di grano che spuntavano da un monte appoggiato nella parte bassa dello scudo, in punta. Non risultano altri documenti negli archivi storici.

Quello attuale, disegnato dalla pittrice Giuseppina Cortesi di Bergamo, dopo la proposta di diversi altri bozzetti, posti al vaglio critico di monsignor Giulio Gabanelli, nativo di Fonteno, fu approvato il 24 marzo 1994 dalla giunta municipale presieduta dal sindaco Carlo Pasinelli.

La figura principale su fondo di verde, a ricordo dei boschi e dei prati della Valle di Fonteno, è la fontana d’argento, dalla vasca esagonale, con bacino rotondo, descritta dalla blasonatura con dovizia di particolari essendo una figura non araldica; si tratta della fontana detta del Coren, luogo che diede origine al nome del paese.

Nella parte superiore, il capo di azzurro simboleggia il vicino Lago del Sebino, meglio conosciuto come Lago di Iseo, nelle cui acque si specchiano le contrade di Xino e Fonteno stessa, rappresentate dalle due stelle di cinque raggi, d’oro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su