Ornica

Blasonatura

Semipartito troncato: nel PRIMO, di azzurro, alla lettera maiuscola O, d’oro; nel SECONDO, di rosso, alle due api d’oro, ordinate in palo; nel TERZO d’oro, all’incudine di nero. (DPR 2/12/1998, CONCESSIONE)

Note

Tutta la simbologia nello stemma del Comune, rafforzata dall’iniziale del nome del paese, richiama al lavoro agricolo e industriale che caratterizza da sempre questa zona della provincia di Bergamo.

Di recente approvazione, lo stemma è suddiviso in più campi come è previsto dall’araldica civica moderna.

Quello di Ornica è diviso in due parti da una linea orizzontale passante dal centro, troncato, la superiore è ulteriormente divisa in due da una linea verticale, semipartito.

Nel PRIMO campo, su fondo d’azzurro, posta al centro, la lettera maiuscola O, d’oro evoca il nome del paese, caratterizzando e personalizzando lo stemma. Il toponimo Ornica è derivato da quello dell’orno, nome popolare del frassino selvatico, che i latini chiamavano ornus.

Nel secondo campo, su fondo di rosso, le due api d’oro, ordinate in palo in verticale secondo la pezza araldica del palo, oltre ad essere una rappresentazione della operosità degli ornichesi, possono essere viste come richiamo al locale patrono sant’Ambrogio, protettore anche delle api, degli apicoltori e dei fabbricanti di cera e di cui l’ape costituisce uno degli attributi.

L’incudine di nero, posizionata nel terzo campo, su fondo d’oro, allude all’attività svolta in passato presso la grossa fucina locale e relativa al ferro che, estratto nelle miniere della zona, veniva lavorato per fabbricarne chiodi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su