Ponteranica

Blasonatura

D’argento all’albero al naturale, sradicato, alla fascia d’azzurro attraversante il fusto e caricata di tre stelle di cinque raggi d’argento. (IN USO DAL COMUNE)

Note

Non si sa nulla sulla storia dello stemma innalzato dal Comune di Ponteranica.

Si potrebbe, osservando le figure generiche presenti nello scudo — la fascia d’azzurro e l’albero, sradicato — pensare che il progetto sia stato ideato e realizzato dallo Studio Araldico di Genova ma non si sa con certezza perché non si trovano le motivazioni e la relazione storico–corografica a giustificazione dello scudo.

Le figure, caricate su fondo d’argento, rispettano le regole araldiche e occupano il maggior spazio messo a disposizione. L’albero al naturale, con i colori che avrebbe nella realtà, ha come attributo araldico il termine sradicato, riguardante le sue radici che sono ben in mostra; non viene specificata la tipologia dell’arbusto.

secondo il sito ufficiale del Comune si tratterebbe di un albero di castagno per ricordare come il colle della Maresana, sul quale è adagiato il paese, fosse un tempo ricco di castagni; ormai di quella ricchezza rimane ben poco.

La fascia d’azzurro è la pezza araldica ad andamento orizzontale che occupa la parte centrale dello scudo; è attraversante il fusto, cioè copre parzialmente il tronco dell’albero e su di essa sono caricate tre stelle di cinque raggi d’argento; allude quasi certamente al torrente Morla che lambisce il territorio per oltrepassare la città di Bergamo; le stelle potrebbero simboleggiare le frazioni del paese, Ramera, Rosciano e lo stesso Ponteranica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su