Pontirolo Nuovo

Blasonatura

Troncato d’oro al ponte di rosso e d’argento alle insegne di S. Michele Arcangelo d’azzurro. (DPR 9/2/1958, CONCESSIONE)

Note

Nello stemma del 1930, ripreso successivamente nel 1940, su fondo d’argento campeggiavano le due fasce e le spade incrociate, con la scritta PONS AUREOLI.

Nel 1955 il sindaco Mario Moretti riprese in mano il progetto dello Studio Araldico di Genova, adottandolo con delibera di consiglio comunale del 26 maggio. Solo con l’amministrazione del sindaco Angelo Basso, dopo aver affidato l’incarico allo Studio Araldico Renzo Rizzi di Milano, si arrivò al delibera di consiglio comunale del 4 ottobre 1957. Le motivazioni sono qui di seguito trascritte: — col ponte le sue origini e il significato toponomastico, rosso per il sangue versato nella memorata battaglia, in campo d’oro. La spada con la bilancia d’azzurro in campo d’argento si vogliono indicare gli attributi di San Michele Arcangelo, che fu sempre il patrono della borgata, come vedemmo, fin da epoca antichissima. Il 16 dicembre 1957 lo stemma ricevette il benestare dal direttore dell’Archivio di Stato di Milano Alfio Natale, che propose di togliere la lista svolazzante sotto lo scudo con su scritto PONS AUREOLI per ragioni storiche e toponomastiche e per evitare confusione con la località di Pontirolo di Canonica d’Adda. Lo stemma è un troncato. In alto, su fondo d’oro, è posto il ponte, non delineato nei suoi attributi; in basso, su fondo d’argento, sono presenti le insegne di san Michele Arcangelo, la spada e la bilancia; anche in questo caso la blasonatura è avara di descrizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su