Urgnano

Blasonatura

D’oro, alla torre torricellata di un pezzo, di rosso, mattonata di nero, merlata alla guelfa, il fastigio di sette, la torricella di tre, chiusa di nero, finestrata di due finestrelle tonde, una sopra la porta, una nella torricella, fondata sulla pianura di verde. (DPR 23/9/2015, CONCESSIONE)

Note

La rocca è il solo e unico simbolo presente nello stemma del Comune di Urgnano.

Nella versione originale del 1959, proposta dallo Studio Araldico di Genova, il fortilizio di rosso era su fondo di azzurro, insieme, non corretto perché contro le regole araldiche che vietano la sovrapposizione di due smalti; nonostante ciò, in questa foggia, negli anni successivi lo stemma fu inserito nei documenti e negli atti ufficiali.

Nel 2005, dopo aver richiesto all’Ufficio Araldico della Presidenza del Consiglio dei Ministri il decreto di concessione, con grande sorpresa gli amministratori scoprirono che Urgnano non era in regola con lo stemma. Dieci anni più tardi, il Comune decise finalmente di regolarizzare il proprio simbolo. Nella seduta del consiglio comunale del 22 maggio 2015, il sindaco Efrem Epizoi, dopo aver esposto i molteplici bozzetti pervenuti dall’Ufficio Araldico della Presidenza del Consiglio dei Mini- stri, si mostrò favorevole all’adozione dello stemma su fondo d’oro, suscitando le perplessità di alcuni consiglieri che non ritenevano necessario il cambio dello stemma perché ormai da molti anni quello su fondo di azzurro era entrato nell’immaginario collettivo del paese. Nello stemmario Camozzi del 1888 è presente uno scudo parlante, riferito alla comunità di Urgnano, in cui è raffigurata un’urna cineraria dalla quale fuoriesce una mano benedicente. Questa immagine, che si può trovare anche in un dipinto all’interno del castello visconteo, era l’antico stemma del Comune.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su